La protezione degli animali diventa una vera e propria materia

Su iniziativa di un insegnante e con l’aiuto di associazioni locali, la scuola CEIP Virgen de los Dolores di Purchil (in provincia di Granada), ha messo nel programma scolastico un’originale e utilissima materia: la protezione degli animali!

Il benessere e la cura degli animali, anche quelli randagi e di strada, è un argomento molto sentito dalla Federacion Granadina de Asociaciones de Proteccion Animal (FEGRAPA) e dall’Asociación Granadina de Animales y Plantas che lavorano da anni per fornire riparo e assistenza ai tanti animali senza una casa.

Ora, per sensibilizzare sul tema anche gli studenti, è stata promossa dalle due associazioni un’iniziativa molto particolare: quella di far diventare la protezione degli animali una vera e propria materia scolastica. Continua a leggere “La protezione degli animali diventa una vera e propria materia”

Renzo Samaritani: la letteratura si fa spiritualità

D: Chi è Renzo Samaritani?

R: E’ un ragazzone di cinquant’anni che, da sempre, ha una grande passione per la scrittura, la buona cucina, il lavoro nel campo delle comunicazioni, l’esplorazione culturale. Da bambino mi capitava di andare con i miei genitori in un cimitero, guardavo mamma e papà con aria stranita perché mi sembrava così chiaro che nelle tombe non ci fosse nessuno, che l’anima era da un’altra parte e non capivo come loro potessero piangere davanti a delle lastre di marmo. Guardavo le tombe e pensavo: “E’ ovvio che da qui l’anima non c’è mai passata, esce dal corpo ed entra direttamente in un altro… è così chiaro!” Era come aver dentro di me le prove scientifiche dell’esistenza della reincarnazione. Lampante, ma allo stesso tempo non ebbi mai il coraggio di parlare di questa cosa con nessuno. Ci pensavo spesso, mi chiedevo chi fossi stato nelle vite precedenti. Da allora non ho mai smesso di pormi domande, e di leggere libri su argomenti spirituali. Continua a leggere “Renzo Samaritani: la letteratura si fa spiritualità”

Quando moriamo non siamo ancora del tutto morti per un anno

Il nostro corpo continua a ‘vivere’ dopo la morte per ancora un anno circa, questo è quanto hanno scoperto gli scienziati direttamente nella segreta ‘fattoria dei corpi’ che si trova in Australia. Vediamo insieme cosa significa, come lo hanno scoperto, quali sono le conseguenze di queste nuove informazioni sul post mortem e cos’è la ‘fattoria dei corpi’.

La ricercatrice Alyson Wilson ha studiato per più di 17 mesi il comportamento dei cadaveri fotografandone ogni movimento e sfruttando il time-lapse e ha scoperto che, in realtà, quando moriamo non risposiamo esattamente ‘in pace’, ma il nostro corpo continua a ‘vivere’. In un caso specifico, addirittura, le braccia di una persona deceduta da che erano conserte si sono spostate lungo il corpo. Ma come è possibile? Continua a leggere “Quando moriamo non siamo ancora del tutto morti per un anno”