Questo è ciò che prova un bambino mentre i genitori si picchiano e litigano

Si rincorrevano con i coltelli davanti ai miei occhi!

Oltre un bambino su dieci, solo in Italia, ha avuto paura che la propria vita o quella della mamma fosse in pericolo; un bambino su due ha assistito direttamente ai maltrattamenti.

Solo negli ultimi 5 anni, nel nostro paese, 427 mila bambini sono stati testimoni, diretti o indiretti, dei maltrattamenti che le loro mamme hanno subito, quasi sempre per mano del compagno o del marito, fra le mura domestiche, mentre è di quasi un milione e mezzo il numero delle mamme che hanno ammesso di essere state vittime di violenza domestica nella loro vita. A rappresentare l’unico spiraglio di sole è il fatto che, negli ultimi 15 anni, le denunce siano più che raddoppiate, passando dalle 1320 del 2000 alle 2923 nel 2016. Continua a leggere “Questo è ciò che prova un bambino mentre i genitori si picchiano e litigano”

I Casanova degli emoji

Uno studio su Plos dimostra che chi ne fa largo uso ha una vita sentimentale più attiva. Gli psicologi: “Aiutano a creare l’intimità con il potenziale partner”

Un tempo si spedivano i fiori. Poi, sono arrivati gli sms. Ora per avere un appuntamento basta qualche emoji. Anzi, chi più ne fa uso oggi sembra avere una vita sessuale più attiva. Lo dimostra uno studio della Kinsley Institute su abitudini e relazioni intessute attraverso i social media che – da Whatsapp a Tinder – sono ormai parte integrante della nostra vita sociale.

Così, studiando il corteggiamento digitale, gli psicologi esperti di “amore, sessualità e benessere” dell’Università dell’Indiana hanno visto che per la maggior parte delle persone intervistate un uso frequente degli emoji coincideva con un maggior successo nelle conquiste. Se la persona con cui parliamo è un potenziale partner, insomma, le faccine sembrano essere di grande aiuto nel far sbocciare un amore. O comunque nel creare i presupposti perché si passi ai fatti.

CONTINUA SU REPUBBLICA.IT


Source: PeopleForPlanet